FAQ
acquisti di carburante

Operazione Fattura elettronica al 1° luglio 2018
Acquisto di benzina e gasolio utilizzati come carburanti per motori per autotrazione, anche mediante fatture edifferite SI
Acquisto di GPL e metano utlizzati come carburanti per motori per autotrazione, anche mediante faffure differite NO
Acquisti di benzina e gasolio/gpl/metano utilizzati come carburanti per aereomobili e natanti NO
Acquisto c.d. misto di benzina e gasolio utilizzati come carburanti per motori per autotrazione e acquisti in bar e punti di ristoro se appartanenti allo stesso gestore, anche mediante fatture differite SI

Per acquisti di carburante gpl e metano, la circolare 8/E/2018 dell'Agenzia delle Entrate ha chiarito che potrà essere ancora utilizzata la scheda carburante senza necessità di ricevere dal gestore dell'impianto la fattura elettronica.Tuttavia, oltre all'utilizzo della scheda carburante, il pagamento dei rifornimenti dovrà essre effettuato con strumenti tracciabili, quindi è esclsuo il pagamento in contanti.

Nella circolare 8/E/2018 dell'Agenzia delle Entrate è stato chiarito che non sono obbligatorie nella fattura elettronica le informazioni relative alla targa e al modello del veicolo, lasciando tuttavia aperta la possibilità di inserire tali informazioni. Di conseguenza, in sede di emissione della fattura elettronica si deve chiedere al gestore di aggiungere tali informazioni al fine di poter procedere alla corretta detrazione del costo e dell'Iva.

Se l'acquisto di carburante avviene con modalità self service e con l'utilizzo della carta di credito aziendale, si deve utilizzare la fattura differita, come anche chiarito nella circolare 8/E/2018 e nel momento di emissione della fattura differita andranno riportate le informazioni, sia pure facoltative, per individuare il veicolo. Sorge il dubbio come sia possibile consegnare al gestore la ricevuta di pagamento, se l'impianto è chiuso e si tratti di veicolo aziendale fuori zona.

A pagina 12 della Circolare 8/E/2018 viene precisato che qualora il pagamento avvenga con carta di credito/debito/prepagata del dipendente e il relativo ammontare gli sia rimborsato, avvalendosi sempre di una delle modalità individuate dalla legge di bilancio (ad esempio tramite bonifico bancario unitamente alla retribuzione) non vi è dubbio che la riferibilità della spesa al dator di lavoro ne consentirà la deducibilità.

Durante il seminario sulla Fatturazione elettronica organizzato da Confindustria, in data 6 giugno 2018, l'Agenzia delle Entrate ha confermato essere più corretto indicare la data della precedente fattura elettronica scartata. Si tratta però di un aspetto di particolare rilevanza su cui è auspicabile un chiarimento ufficiale da parte dell'Agenzia delle Entrate.




Questo sito fa parte del circuito siti web gestito da: studio polli

Cookies

Visualizza la politica dei cookies su questo sito nella home page.

acquisti di carburante